Wolfang Tillmans

ENGLISH: Wolfang Tillmans was born in 1968 in Remscheid, Germany. Since his teens he shows a creative talent: he is part of a music band, he acts as a costume designer, a painter and a photographer, he depicts the youth nightlife and culture and the gay movements of the 80s. He starts to collaborate with the magazines i-D, Spex, Interview, SZ-Magazin e Butt Magazin, for which he curates the fashion section. Enthusiastic of the freedom of choice he is given about the subjects of his shootings, Tillmans uses them to delve into the social themes and for these purposes he creates the famous images of his friends Lutz and Alex. In 1992 he moves to UK to study at Bournemouth and Poole College of Art and Design; he lives in New York in 1994 and 1995. In 2000 he is the first photographer and non-English artist to win the Turner Prize. From 2003 he teaches Interdisciplinary Arts at tädelschule in Frankfurt am Main
and in 2009 he receives the Kulturpreis der Deutschen Gesellschaft für Photographie. He lives and works in London and Berlin. Tillmans declared he wants to bear, through photography, connections and associations between images and thoughts. He approached photography because he was charmed by photocopies: in his opinion they make possible to face subjects that may seem to have been exhausted and to diversify the message shown by the image by manipulating the dimensions and the printing material. The photocopy works were repeated in 2006. His freshman years photographs aimed to investigate the many layers of human identity and the relationships between body and the external world, connected by the clothes. For all his works Tillmans highlights how important is, for the photographer, to have an open mind and a judgement-free eye. The subjects of these years’ production are his friends, his entourage and still lives. Interested into the chemical process upon which is based the impression of light on the halogen support, since 1998 he experiments in the camera obscura the effects that light has on the photographic film, without using a camera. He develops abstract works, which are often sided by portraits in order to unify different levels of perception.  Passionate with astronomy, Tillmans works on the shooting of the passage of Venus between the Earth and the Sun, an event which occurs every 128 years. Another famous work is “Concorde Grid”, a series of 54 photographs whose subject is the last operating airplane producted in the 60s, the symbol of the disappointing technological evolution, which produced less benefits than expected. Tillmans likes to personally curate his shows and has the habit of disposing his images, frameless and of different dimensions, on the entire height of the wall, organising them in a non hierarchical way.

ITALIANO:Wolfang Tillmans nasce nel 1968 a Remscheid in Germania. Fin da giovane mostra uno spirito creativo: fa parte di una band, s’improvvisa costumista, pittore e fotografo, immortala la vita notturna berlinese, la cultura giovanile e i movimenti gay degli anni ’80. Inizia collaborazioni con le riviste  i-D, Spex, Interview, SZ-Magazin e Butt Magazin, per le quali si occupa delle pagine di moda. Entusiasta della libertà che gli viene lasciata su soggetti, approfitta dei servizi per approfondire temi sociali e sono di questi anni le celebri foto della coppia di amici Lutz e Alex. Si trasferisce in Gran Bretagna nel 1992 e studia al Bournemouth and Poole College of Art and Design; dal 1994 al 1995 è a New York.  Nel 2000 è il primo artista non inglese ed il primo fotografo a vincere il Turner Prize. Dal 2003 è professore di Arti Interdisciplinari alla Städelschule in Frankfurt am Main e nel 2009 riceve il Kulturpreis der Deutschen Gesellschaft für Photographie. Attualmente vive e lavora tra Londra e Berlino. Tillmans ha dichiarato di volere generare, con la sua fotografia, connessioni e associazioni tra l’immagine immortalata ed il pensiero. Si è avvicinato alla fotografia affascinato dalle fotocopie: queste a suo parere offrono la possibilità di riaffrontare temi che sembrano potenzialmente già esauriti e di variare il messaggio dell’immagine attraverso una manipolazione del supporto di stampa  e delle dimensioni. Il metodo delle fotocopie è stato poi ripreso in un lavoro del 2006. Le fotografie dei primi anni erano tese ad indagare la molteplicità dell’identità umana ed il rapporto tra corpo e mondo esteriore, mediato dall’uso di vestiti. Per tutti i suoi lavori Tillmans sottolinea l’importanza che ha sulla riuscita della fotografia lo sguardo aperto e privo di pregiudizi di colui che sta dietro l’obiettivo. I soggetti di questi anni sono i suoi conoscenti, gli ambienti che frequenta e le nature morte. Interessato al processo chimico che è alla base dell’impressione della luce sul supporto alogenato, nel 1998 inizia a sperimentare in camera oscura gli effetti che la luce ha sul film fotografico, senza utilizzare la macchina fotografica. Ne scaturisce una serie di lavori di natura astratta, che spesso vengono affiancati ai ritratti per unire i diversi livelli di percezione. Appasionato di astronomia fin da giovane, Tillmans esegue un lavoro di ripresa del passaggio di Venere tra la Terra ed il Sole, evento che avviene ogni 128 anni.  Celebre è anche “Concorde Grid”, una serie di 54 fotografie il cui soggetto è l’ultimo aereo ancora volante della produzione anni ’60, simbolo di un’evoluzione tecnologica che ha portato meno benefici di quelli attesi. Tillmans cura personalmente ogni sua mostra ed ha l’abitudine di disporre le sue immagini, non incorniciate e sviluppate in diverse dimensioni, lungo tutta l’altezza della parete, organizzandole in modo non gerarchico.

Advertisements

One thought on “Wolfang Tillmans

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s